Oggi è 18 novembre 2019, 3:28

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Gruppo GR 835
MessaggioInviato: 14 ottobre 2012, 11:51 
Non connesso
Dirigente Centrale Operativo
Avatar utente

Iscritto il: 5 gennaio 2008, 10:47
Messaggi: 1900
Località: Pianeta Terra - Sistema Solare - UNIVERSO
Situazione aggiornata GR 835
Note storiche e dati tecnici tratti da http://www.wikipedia.it

Storia:
Le locomotive del gruppo 835 nacquero dall'esigenza di avere una macchina specifica per il servizio di manovra nelle grandi stazioni. La Rete Mediterranea aveva approntato un progetto derivandolo da quello della locomotiva RM 6807-6900 che, costruita in 87 esemplari aveva dato buona prova di sé sia nel servizio viaggiatori che in quello merci. Il progetto venne portato avanti dalla neo-costituita rete dello Stato e una delle prime destinazioni di servizio delle 835 fu infatti la grande stazione di Milano Centrale.
Vennero poi, via via, assegnate in tutto il territorio nazionale: molte di loro sopravvissero a entrambe le guerre mondiali, rimanendo in servizio fino agli anni ottanta. Vennero a costituire uno dei gruppi più numerosi di locomotive a vapore, prodotte nel numero di 370 unità. Intorno agli anni sessanta un certo numero di locomotive vennero messe fuori servizio e il loro carro riutilizzato per la costruzione di complessi binati da manovra E.321-322 e locomotive da manovra 234

Caratteristiche tecniche:
Le locomotive 835.xxx, nel loro schema costruttivo, riprendevano molte caratteristiche e soluzioni delle 830.xxx da cui derivavano. Erano delle macchine a 2 cilindri gemelli a vapore saturo. Il forno aveva una superficie di griglia di 1,48 metri quadrati e una pressione in caldaia di 12 bar.
Vennero costruite a più riprese in tre serie, ma con molte varianti. La prima serie di 20 locomotive venne ordinata nel 1905; ad essa si aggiunse l'anno dopo una seconda ordinazione di 10 unità. La terza serie venne ordinata in varie riprese tra il 1907 e il 1911.
La caratteristica più evidente era l'assenza di pompa per l'aria compressa, essendo prive di freno Westinghouse; la frenatura, a ceppi su tutte le ruote, era ottenuta per mezzo del vapore che agiva su appositi cilindri del freno. Erano pertanto prive di condotta di aria compressa per il materiale rimorchiato. Per la frenatura del materiale in corso di manovra esisteva un dispositivo di controvapore che, invertendo rapidamente l'entrata del vapore nei cilindri, come se si dovesse invertire il senso di marcia, realizzava l'arresto della colonna di veicoli manovrati. Tale dispositivo venne tuttavia eliminato a partire dalla terza serie di locomotive in poi, che vide inoltre modifiche alla caldaia, che venne irrobustita.
Intorno agli anni trenta le 835 vennero dotate di compressore, serbatoio per l'aria compressa e accoppiatori del freno sulle testate dato che, con l'aumento della composizione dei treni, le colonne di veicoli da manovrare erano diventate molto più lunghe.
Un'altra modifica apportata al progetto iniziale fu quella di dotare la macchina di apparecchiatura per il riscaldamento a vapore e di condotte relative sulle testate allo scopo di fornire il preriscaldamento dei treni in stazione nella stagione invernale.
Nel dopoguerra su una trentina di macchine venne montata l'alimentazione del forno a nafta con accensione e stazionamento a carbone.
I dispositivi di frenatura erano due. A mano per lo stazionamento e a vapore sulla sola locomotiva, agente su tutte le ruote.

ELENCO DELLE MACCHINE ANCORA ESISTENTI:
835.001 - Esposta al Museo Nazionale Ferroviaria di Pietrarsa (NA);
835.015 - Monumentata presso negozio di arredamento in Vicolo La Ponta a Domegliara (VR);
835.040 - Monumento a Pola (Croazia);
835.043 - Venduta come mezzo da esposizione all'acciaieria di Calvisano (BS) il 18/06/90:
835.051 - Esposta in un giardino scolastico a Sestri Levante (GE) dal 1985;
835.069 - Esposta in un giardino pubblico antistante la stazione di Gemona del Friuli (UD);
835.078 - era accantonata nel 90 ad Alessandria;
835.092 - Monumento presso la stazione ferroviaria di Sulmona (AQ);
835.156 - OML Torino Smistamento - DRS Bussoleno (TO);
835.157 - titolare del "Treno della Musica" monumento posto davanti al museo di Vallecrosia (IM);
835.240 - Museo ferroviario Piemontese Savigliano (CN).

_________________
Le indagini in corso mostrano che le imprese edili legate al clan dei Casalesi si sono infiltrate nei lavori dell'alta velocità al nord come al sud.[...]
R. S. Gomorra - Piccola Bibblioteca Oscar Mondadori, pagg. 240 - 241
L'ALTA VELOCITA' FA' MALE AL PAESE.
ETR 500? No, grazie. Viaggio con Italo


Ultima modifica di Ernesto il 18 ottobre 2012, 12:52, modificato 5 volte in totale.
inserite 001, 015, 040, 069, 092 e 157


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gruppo GR 835
MessaggioInviato: 15 ottobre 2012, 23:05 
Non connesso
Apprendista

Iscritto il: 8 marzo 2012, 19:19
Messaggi: 99
Località: Nichelino (TO)
Sulla 835.240 aggiungo che è in attesa di trasferimento a Savigliano ed è ricoverata presso le Officine Magliola di Santhià.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it