Oggi è 21 febbraio 2020, 0:52

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Il Cambio banco
MessaggioInviato: 13 febbraio 2010, 13:01 
Non connesso
Dirigente Centrale Operativo
Avatar utente

Iscritto il: 5 gennaio 2008, 10:47
Messaggi: 1900
Località: Pianeta Terra - Sistema Solare - UNIVERSO
Il cambio banco
è una procedura basilare nella ferrovia. Nel gergo tecnico descrive il complesso di operazioni che il macchinista compie per disabilitare una cabina ed abilitare quella dal lato opposto del treno / motrice.
Dato che per ogni rotabile esistono lievi differenze in tale operazione, non è possibile stilare un elenco universale nelle operazioni di cambio per tutti i rotabili.
Provo a descrivere le operazioni più comuni.

Appena giunto in stazione, il macchinista scarica completamente la condotta agendo sull'apposita leva, isola il freno continuo tramite maniglia intercettazione mandata al rubinetto del freno continuo, dopodiché controlla che tutte le leve presenti sul banco (leva coppia automatica e manuale, invertitore, stotz gruppi statici, pantografi e compressori solo per convogli ALe724) a zero, apre l'IR e disabilita il SCMT. Gira ed estrae le chiavi REC (non presente sui materiali leggeri - ALe), la chiave del banco e, in alcuni casi, toglie anche l'invertitore. Ove previsto, preleva la zona tachimetrica. Queste le principali operazioni per disabilitare il banco.

Variante per convogli Minuetto e locomotive E464. In tali rotabili si parla di parking cioè una modalità che permette di cambiare il banco senza spegnere i gruppi statici. Sul banco di guida vi è un pulsante di colore giallo con una P. Alla sua pressione il macchinista ha 30 secondi per portare a zero tutte le leve (pantografi, gruppi statici ecc) ed estrarre le chiavi del banco. Se non succede, la locomotiva si disabilita da sola.
La procedura prevede che si alzi automaticamente anche il secondo pantografo, generalmente il numero uno rispetto al senso di marcia. Il macchinista può quindi andare nell'altra cabina ed abilitare.

Generalmente nell'abilitazione si compiono queste operazioni:
inserimento della chiave di banco e rotazione della stessa di 180°, inserisce la chiave REC, alza il pantografo 2 ed inserisce i gruppi statici angendo sugli appositi stotz, innesta la leva di intercettazione del rubinetto del freno e lo "rimette in marcia"; inserisce la "zona". Quando la pressione dell'aria nei serbatoi lo permette, inserisce il SCMT che fa l'auto-test: dopo i caratteristici quattro sfiati ravvicinati, il test è finito ed il materiale è pronto a partire.

A voi per le eventuali correzioni-integrazioni 8-)

Edit 13-2-2010 corretto
Edit 14-1-2010 corretto

_________________
Le indagini in corso mostrano che le imprese edili legate al clan dei Casalesi si sono infiltrate nei lavori dell'alta velocità al nord come al sud.[...]
R. S. Gomorra - Piccola Bibblioteca Oscar Mondadori, pagg. 240 - 241
L'ALTA VELOCITA' FA' MALE AL PAESE.
ETR 500? No, grazie. Viaggio con Italo


Ultima modifica di Minuetto80 il 15 febbraio 2010, 0:31, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Cambio banco
MessaggioInviato: 13 febbraio 2010, 15:10 
Non connesso
Capostazione
Avatar utente

Iscritto il: 2 settembre 2007, 18:41
Messaggi: 1244
Località: Km 12+697/36+890, sulla Milano - Mortara
- Stotz, non stolz :mrgreen:
- Il REC sulle ALe non esiste
- Riabilitando il banco, dopo aver riabilitato il rubinetto del freno, si riporta in "marcia"
Fine pignoleria 8-)

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Cambio banco
MessaggioInviato: 14 febbraio 2010, 20:56 
Non connesso
Apprendista

Iscritto il: 11 settembre 2008, 19:07
Messaggi: 42
Quindi, riepilogando:
per effettuare un cambio banco completo bisogna avere in mano 4 cose:
- chiave CC (circuito comando);
- maniglia intercettazione mandata al rubinetto del freno continuo;
- chiave REC (o a bandiera) - non prelevabile su mezzi leggeri ALe e Le;
- invertitore di marcia (e non la LCA) - non prelevabile sui mezzi di recente realizzazione tipo Minuetti o E464.
Ciao!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Cambio banco
MessaggioInviato: 15 febbraio 2010, 0:32 
Non connesso
Dirigente Centrale Operativo
Avatar utente

Iscritto il: 5 gennaio 2008, 10:47
Messaggi: 1900
Località: Pianeta Terra - Sistema Solare - UNIVERSO
Grazie mille. Ho corretto. :D

_________________
Le indagini in corso mostrano che le imprese edili legate al clan dei Casalesi si sono infiltrate nei lavori dell'alta velocità al nord come al sud.[...]
R. S. Gomorra - Piccola Bibblioteca Oscar Mondadori, pagg. 240 - 241
L'ALTA VELOCITA' FA' MALE AL PAESE.
ETR 500? No, grazie. Viaggio con Italo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Cambio banco
MessaggioInviato: 15 febbraio 2010, 22:41 
Non connesso
Apprendista

Iscritto il: 11 settembre 2008, 19:07
Messaggi: 42
qualcuno, però, potrebbe "insinuare" che i banchi di una E646 o di una E464 sono totalmente diversi, mentre le semipilota sono sempre le stesse... Quindi che si fa?
Ciao!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Cambio banco
MessaggioInviato: 16 febbraio 2010, 2:01 
Non connesso
Capostazione
Avatar utente

Iscritto il: 2 settembre 2007, 18:41
Messaggi: 1244
Località: Km 12+697/36+890, sulla Milano - Mortara
Beh, è un bel discorsetto... Io inizio dicendo che con le 464 bisogna fare una "girata di chiavi" particolare per sbloccare l'invertitore corretto per la semipilota (ubicato sulla macchina) :ugeek: :ugeek:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Cambio banco
MessaggioInviato: 16 febbraio 2010, 13:36 
Non connesso
Apprendista

Iscritto il: 11 settembre 2008, 19:07
Messaggi: 42
Allora cominciamo dall'inizio:
le semipilota Piano Ribassato passanti, non passanti e le Mdvc passanti hanno in comune gli stessi banchi, la cui gestione avviene con gli stessi dispositivi presenti sulle E646; questo significa che per poter telecomandare la macchina dalla pilota e' sufficiente dotarsi di chiave di banco, chiave a bandiera, maniglia freno ed invertitore. La stessa cosa vale anche per le semipilota Mdvc non passante (Mazinga) e per le Doppio Piano, con la sola differenza che l'invertitore e' di tipo simile a quello dell' E656; questo comporta la presenza permanente di un invertitore sulla pilota (infatti sono inamovibili), mentre non e' necessario prelevarlo dalla macchina.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Cambio banco
MessaggioInviato: 16 febbraio 2010, 13:46 
Non connesso
Apprendista

Iscritto il: 11 settembre 2008, 19:07
Messaggi: 42
Un discorso a parte meritano le semipilota Piano Ribassato Restyling (quelle climatizzate), le UIC-X e le Vivalto, in quanto i banchi sono di nuova concezione, molto simili a quella di una E464; per permettere la compatibilità hanno in dotazione in cabina di guida un chiaviere dove inserire le chiavi prelevate dalla macchina.
Come funziona: per l'uso della semipilota, oltre alle chiavi, e' necessario impostare il tipo di macchina da telecomandare: tipo reostatica (E424N, E646, E656N); tipo Chopper (E632, E633, E652); tipo Inverter (E464).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Cambio banco
MessaggioInviato: 16 febbraio 2010, 13:55 
Non connesso
Apprendista

Iscritto il: 11 settembre 2008, 19:07
Messaggi: 42
Ancora a parte troviamo le UIC-Z1. Le semipilota fin qui descritte utilizzano un accoppiatore a 78 poli per gestire la macchina: su quella che ho appena menzionato, invece, utilizza un accoppiatore a 18 poli, di cui solamente 2 servono per il telecomando: i segnali sono di tipo seriale e la comunicazione e' continua e bidirezionale. Questo significa che i comandi vengono inviati dalla pilota al locomotore, mentre le segnalazioni passano dalla macchina alla pilota. Questo tipo di pilota e' accoppiabile solamente con E402A ed E402B.
Ciao!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Cambio banco
MessaggioInviato: 16 febbraio 2010, 22:03 
Non connesso
Dirigente Centrale Operativo
Avatar utente

Iscritto il: 5 gennaio 2008, 10:47
Messaggi: 1900
Località: Pianeta Terra - Sistema Solare - UNIVERSO
Ecco perchè si vedono treni IC con pilote UIC-Z attaccate alla locomotiva E444R :lol:

_________________
Le indagini in corso mostrano che le imprese edili legate al clan dei Casalesi si sono infiltrate nei lavori dell'alta velocità al nord come al sud.[...]
R. S. Gomorra - Piccola Bibblioteca Oscar Mondadori, pagg. 240 - 241
L'ALTA VELOCITA' FA' MALE AL PAESE.
ETR 500? No, grazie. Viaggio con Italo


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it