Oggi è 15 luglio 2020, 1:16

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Materiale rotabile - organi d'aggancio e condotte
MessaggioInviato: 28 marzo 2009, 17:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24 agosto 2006, 13:38
Messaggi: 1693
Località: Torino
Per la descrizione degli organi d'aggancio e delle condotto elettriche/pneumatiche fra le vetture, uso la foto della testata di una vettura MDVE (foto by TM fotogallery), ma il discorso naturalmente si estende a quasi tutte le carrozze FS e alle locomotive.

Immagine

1)
Condotte pneumatiche
Come si può vedere dalla foto ci sono in totale 4 flessibili, ciascuno dotato del proprio rubinetto: durante il normale esercizio sono collegati solo due flessibili (o quelli a destra o quelli a sinistra, è indifferente), gli altri due rimangono di riserva.
Il flessibile col rubinetto rosso è quello della Condotta Generale, che comanda la frenatura/sfrenatura del materiale (e quindi del treno); il flessibile col rubinetto giallo è quello della Condotta Principale (o dei servizi), che alimenta i servizi ausiliari delle vetture (principalmente le porte).
Nei carri merci, ovviamente, tale condotta non è presente.

2 e 3)
Condotta 78 poli
E’ una condotta elettrica alimentata a bassa tensione (24 V), e al suo interno scorrono 78 fili conduttori: ad ogni filo è associato un dato relativo a un singolo ente.
Ha diverse funzioni: al suo interno innanzitutto viaggiano i dati (in formato analogico) che permettono il telecomando del locomotore da vettura pilota sui treni navetta.
Inoltre su questa condotta passano i segnali relativi al blocco porte e al controllo delle sospensioni pneumatiche per le vetture che lo richiedono (2piani e Vivalto).
Su ogni testata è presente una presa femmina (nella foto contrassegnata dal numero 2), e un cavo che termina con una spina (numero 3 nella foto, tale cavo è anche detto connettore maschio).
Durante l’aggancio, si collega il cavo con la spina nella presa del rotabile adiacente; anche in questo caso è indifferente collegare la condotta sinistra o quella destra.
Questa condotta ha origini molto “antiche”, mi sembra addirittura che fu progettata per il comando multiplo delle locomotive E323 trifasi.

4 e 5)
Condotta REC (Riscaldamento Elettrico Carrozze)
E’ una condotta elettrica alimentata ad alta tensione (3000 V o tensioni del RIC per le vetture aderenti al RIC che viaggiano all'estero), e serve ad alimentare elettricamente le vetture in composizione.
L’alta tensione viene erogata dal locomotore (la condotta ha origine a valle del pantografo, per cui rappresenta una sorta di prolungamento della linea aerea all’interno delle vetture).
Come per il 78 poli, ogni testata è provvista di presa femmina (numero 5 in foto), e di connettore maschio che termina con una spina (n° 4).
Durante l’aggancio il manovratore inserisce la spina nella presa del rotabile adiacente, realizzando l’accoppiamento elettrico.
Ovviamente durante la manovra il cavo non è sotto tensione.

6)
Gancio e maglia con tenditore
Realizza l’aggancio vero e proprio fra il materiale: ogni testata è provvista di un gancio a occhiello e di una maglia con un tenditore a vite.
Al momento dell’aggancio, la maglia di un rotabile viene tesa e “incastrata” nel gancio a occhiello del veicolo adiacente, quindi si avvita il tenditore onde garantire il giusto distanziamento fra i rotabili.

7)
Condotta 13 poli (o 18 poli)
E’ una condotta provvista appunto di 13 fili conduttori, su cui i dati viaggiano in formato digitale.
Vi transitano i dati relativi al telecomando delle luci (da una vettura si possono accendere/spegnere le luci di tutto il treno) e al sistema che fa gli annunci delle fermate (detto OBOE).
E’ anche possibile farci viaggiare i dati relativi al telecomando digitale TCN*, in caso di pilota e locomotore predisposti (E402A e pilota Z1).

Le vetture della PAX (UIC-Z, Gran Comfort, X) non sono provviste di 78 poli, ma solo di condotta UIC 13 poli o 18 poli.
Le piano ribassato hanno il 78 poli e il 18 poli nell’intercomunicante.
Il cavo 18 poli svolge le stesse funzioni del 13 poli, e permette l’uso del telecomando digitale TCN (diverso dal TCN* di prima) con locomotori e pilote predisposti (E402B, E464, Vivalto).

Attualmente il TCN (che sta per Train Communication Network) è anche utilizzato nei mezzi leggeri di recente costruzione (TAF, Minuetto) e nell'ETR 600/610.

Nei mezzi leggeri e sugli ETR le linee treno e i relativi accoppiatori sono diversi da quelli delle vetture e sono specifici per ogni mezzo.

_________________
Nicola


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Materiale rotabile - organi d'aggancio e condotte
MessaggioInviato: 30 marzo 2009, 7:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 14 dicembre 2004, 19:34
Messaggi: 410
Ottima questa spiegazione, mi sono tolto qualche dubbio.
Ciao :)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it